Michele De Lucchi, l'anello mancante

Sala Gian Ferrari, Museo MAXXI Roma
a cura di Margherita Guccione e Pippo Ciorra

07 dicembre 2018 - 03 marzo 2019

Unifor rinnova il proprio interesse per il mondo dell’architettura, dell’arte e dell’industrial design con la mostra Nature, L’Anello mancante, aperta al pubblico al Museo Maxxi di Roma fino al 3 febbraio 2019. 
Progettata dall’architetto Michele De Lucchi l’installazione è sviluppata e realizzata con il supporto di UniFor in qualità di sponsor tecnico.
L’Anello mancante è una costruzione percorribile dal visitatore e attraversabile al suo interno. E’ costituita da una struttura metallica rivestita da scandole rettangolari in solid surface HI-MACS® di LG Hausys di colore bianco. Il telaio portante in tubolare di acciaio è formato da venti portali parabolici ai quali è fissata una doppia serie di correnti orizzontali. Le lastre, posate a file sfalsate, sono leggermente distanziate tra loro in modo da permettere il passaggio della luce dall’esterno. L’installazione è completata da un’illuminazione zenitale continua a LED.
La struttura raggiunge una altezza di quasi 5 metri per un ingombro a terra di circa 9 x 13 metri.



David Chipperfield Architects Works 2018

Basilica Palladiana. Vicenza


12 maggio
2 settembre 2018

Dopo 12 anni torna a Vicenza la grande architettura contemporanea con una mostra alla Basilica Palladiana dedicata a David Chipperfield Architects.
Organizzata dal Comune di Vicenza e Abacoarchitettura, la mostra sarà allestita su progetto dello stesso Chipperfield all’interno della Basilica, tornata nel suo splendore a seguito dell’imponente intervento di restauro a cui è stata sottoposta.
“David Chipperfield Architects Works 2018” esporrà una selezione di 15 suoi recenti progetti attraverso le diverse fasi di sviluppo, illustrando una serie di attività che si realizzano in un moderno Studio di architettura. In un’epoca dominata dalle immagini, l’identità di David Chipperfield Architects può risultare difficile da definire perché fortemente legata a un’attitudine alla progettazione e al lavoro di squadra, piuttosto che a un determinato stile. Rivelare i processi di progettazione e creazione architettonica diventa quindi cruciale per comprendere i valori che unificano il complesso di opere a livello internazionale.
La presentazione di ciascun progetto è gestita dai rispettivi team di progettazione di Londra, Berlino, Milano e Shanghai, rivelando il desiderio di affrontare sfide culturali, professionali e intellettuali complesse. Emerge inoltre la collaborazione tra i team di progettazione, i consulenti, i clienti e, soprattutto, gli utenti finali.
Contemporaneamente all’accento posto sul lavoro svolto, una panoramica introduttiva dei principali edifici completati dalla fondazione dello Studio nel 1985 a oggi offre un ulteriore contesto nel quale esaminare i progetti in mostra.


UniFor sostiene l’iniziativa culturale in qualità di sponsor tecnico dell’allestimento.



Amata Bellezza. Fiori e Visioni. Mario Carrieri

Triennale di Milano


dal 19 ottobre
al 19 novembre 2017

Figura chiave e schiva della fotografia Italiana, Mario Carrieri, nel ciclo di opere presentate, raccoglie il frutto di anni di lavoro.
Nella sua solitaria ricerca fotografica “Fiori e Visioni”, in quelle che erroneamente si potrebbero definire “Nature Morte”, egli vorrebbe interpretare la tragicità dell’umana esistenza, proponendo in un suo immaginario palcoscenico visivo, un “Tutto” drammaticamente visionario e panteistico, quasi teatrale e come sospeso al filo di una luce tanto remota d’apparire fuori dal tempo, immota.
Nelle sue fotografie gli attori di questo racconto sono infatti solo i fiori e la loro infinita, caduca bellezza. Fiori e bellezza che, scorrendo nel delirante fiume di un nulla universale, s’infrangono nel loro stesso dolore.
La mostra propone fotografie anche di grandissime dimensioni che sono esposte al pubblico per la prima volta in un grande spazio della “Triennale di Milano” al fine di proporre allo spettatore una chiave di lettura di estrema levatura tecnica e intensità

 UniFor sostiene l’iniziativa culturale in qualità di sponsor tecnico.