UniCredit. Verona 2017

Progetto Architettonico:
Mario Botta
Architettura d’interni:
Studio aMDL Michele De Lucchi, 
Nicholas Bewick




Inserita nel più ampio programma di riqualificazione urbana della zona industriale degli ex Magazzini Generali di Verona, la nuova sede di UniCredit è composta da due corpi di fabbrica di tre piani collegati dall’Arena, un grande atrio centrale a tutta altezza, illuminato da una copertura a shed. Concepito come un’agorà, luogo d’incontro, comunicazione e interscambio per le numerose persone che lavorano nel complesso, questo spazio di connessione assume il ruolo di elemento catalizzatore di relazione e condivisione.
Il layout degli interni definisce una serie diversificata di ambienti e postazioni, elaborati sulla base di un nuovo concetto di smart working, sviluppato nell’ambito della riorganizzazione dei metodi di lavoro della banca. Usando i componenti di un unico sistema costruttivo, il progetto degli arredi consente di realizzare differenziate tipologie di utilizzo, finalizzate a soddisfare specifiche esigenze di flessibilità, adattabilità e razionalizzazione degli spazi.

Lavori su disegno: Sistema modulare di arredi ed elementi di partizione costituito da componenti strutturali metallici che si combinano con piani di lavoro di varie forme e dimensioni, contenitori, pannellature acustiche e schermi divisori in materiali diversi, attrezzature ed elementi di complemento.
Postazioni di lavoro : 832;  Pareti a tutta altezza: mq 4250;
Porte singole e doppie: 137; Phone Flexi Cabine: 70; Sale riunioni: 64;
Armadi con ante scorrevoli e a battente: 630; Contenitori per archiviazione: 188; Armadi guardaroba: 92; Porta-monitor: 700; Pannelli acustici : 750.
UniCredit.  Verona 2017
UniCredit. Verona 2017
UniCredit.  Verona 2017
UniCredit. Verona 2017
UniCredit.  Verona 2017
UniCredit. Verona 2017
UniCredit.  Verona 2017
UniCredit. Verona 2017
UniCredit.  Verona 2017
UniCredit. Verona 2017
UniCredit.  Verona 2017
UniCredit. Verona 2017
UniCredit.  Verona 2017
UniCredit. Verona 2017