Fondation Cartier. Parigi 1994

Progetto architettonico e d’interni:
Jean Nouvel

La sede della Fondation Cartier a Parigi si presenta come una struttura architettonica smaterializzata, completamente immersa nel verde degli storici giardini dove spicca la presenza del famoso albero della vita, un cedro secolare piantato da Chateaubriand. L’edificio, concepito come una semplice scatola di vetro sostenuta da un esile reticolo in acciaio, si allinea a Boulevard Raspail con una suggestiva sequenza di facciate trasparenti, poste come setti paralleli a delimitare il giardino e la struttura di nove piani con l’ampio volume vetrato dell’area espositiva e gli uffici dei livelli superiori. La leggerezza immateriale dell’architettura è riproposta negli interni, dove i mobili Less, appositamente disegnati da Jean Nouvel per questo intervento e successivamente prodotti in serie da UniFor, propongono un inedito paesaggio per l’ambiente di lavoro contemporaneo. Qualificati da un design essenziale e funzionale, tavoli, postazioni operative e contenitori si concretizzano in solide strutture metalliche, definite da volumi primari, linee pulite, superfici lisce e profili contenuti.

Prodotti di serie: Less Tavoli scrivania e riunione, cassettiere e armadi girevoli a doppia apertura.
Postazioni operative: 330. Uffici direzionali: 10. Sala riunioni.
Fondation Cartier. Parigi 1994
Fondation Cartier. Parigi 1994
Fondation Cartier. Parigi 1994
Fondation Cartier. Parigi 1994
Fondation Cartier. Parigi 1994
Fondation Cartier. Parigi 1994
Fondation Cartier. Parigi 1994
Fondation Cartier. Parigi 1994